Prima consulenza gratuita
lun-ven 09.00-13.00 / 14.30-18.00
Home News Partner UMIQ Lavora con noi Accedi

REGIONE LOMBARDIA E SISTEMA CAMERALE LOMBARDO - Bando Digital Export 2022: nuovi mercati per le imprese lombarde

29/03/2022

Probabile Procedura a Sportello (a click day ovvero in ordine cronologico di arrivo sino a esaurimento fondi) + Valutativa.


UNIONCAMERE LOMBARDIA METTE A DISPOSIZIONE DELLE MICRO PICCOLE E MEDIE IMPRESE CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO FINO A € 8.000,00 DELLE SPESE AMMISSIBILI PER CONSOLIDARE LA PROPRIA POSIZIONE SUL MERCATO INTERNAZIONALE


La presente misura è finalizzata al sostegno delle MPMI lombarde che intendono sviluppare e consolidare la propria posizione sul mercato internazionale tramite un duplice intervento: 



  • l’impiego di un DEM (Digital Export Manager) che predisponga una strategia di espansione sui mercati esteri tramite l’utilizzo degli strumenti digitali; 

  • l’utilizzo dello strumento dell’E-commerce, incentivando l’accesso a piattaforme cross border (B2B e/o B2C) e i sistemi e-commerce proprietari (siti e/o app mobile). 


Intervento A: collaborazione con DEM (Digital Export Manager)


Le spese ammissibili sono le seguenti:



  • consulenza per la verifica e analisi del posizionamento online, studio di mercato e valutazione dei competitor;

  • analisi di fattibilità del progetto;

  • realizzazione di una strategia di comunicazione, informazione e promozione per il canale digitale, con specifico riferimento al portafoglio prodotti, ai mercati di destinazione, domestico e/o internazionale, e ai siti di vendita online prescelti.


Intervento B: realizzazione di un progetto e-commerce


Le spese ammissibili sono le seguenti:



  • accesso ai servizi di vendita online sui canali prescelti (tariffe di registrazione ed eventuali commissioni sulle transazioni effettivamente realizzate, sostenute durante il periodo di validità del progetto);

  • progettazione, sviluppo e/o manutenzione di sistemi e-commerce proprietari (siti e/o app mobile), anche per quanto riguarda la sincronizzazione con canali marketplace forniti da soggetti terzi e la traduzione del sito in almeno una lingua straniera;

  • attività di ottimizzazione SEO (miglioramento del posizionamento online);

  • servizi di traduzione in lingua estera del portale e-commerce proprietario e/o del portale aziendale.


Entrambi gli interventi sono necessari, non è possibile richiedere solo uno dei due.


Ogni impresa può presentare al massimo una domanda.