Prima consulenza gratuita
lun-ven 09.00-13.00 / 14.30-18.00
Home News Partner UMIQ Lavora con noi Accedi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA - Bando per il supporto ad interventi energetici e prevenzione sismica delle imprese

06/12/2022

LA REGIONE EMILIA ROMAGNA METTE A DISPOSIZIONE DELLE IMPRESE IN FORMA SINGOLA O AGGREGATA E DEI CONSORZI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PARI AL 25% (fino ad un max di € 150.000,00) DELLE SPESE AMMISSIBILI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI ENERGETICI E DI PREVENZIONE SISMICA DELLE IMPRESE  


Presentazione delle domande dal 31 gennaio 2023 al 22 febbraio 2023.


Procedura a Sportello (a click day ovvero in ordine cronologico di arrivo sino a esaurimento fondi) + Valutativa.


 Sono ammissibili gli interventi finalizzati:



  1. alla riqualificazione energetica degli edifici nei quali si svolge l’attività del soggetto richiedente;

  2. alla realizzazione di nuovi impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili destinate all’autoconsumo del soggetto richiedente;

  3. al miglioramento/adeguamento sismico degli edifici nei quali si svolge l’attività del soggetto richiedente.


Gli interventi di cui al punto 3) potranno essere finanziati solo se abbinati agli interventi relativi al punto 1) e/o 2).


Gli interventi finanziabili devono essere assoggettati alla richiesta di un mutuo di durata di almeno 4 anni e per almeno il 50% dell'investimento complessivo.


 Sono ammissibili a finanziamento le seguenti spese:



  • Spese per la fornitura dei materiali e dei componenti necessari per la realizzazione degli impianti e delle opere ammesse a contributo, relativamente alla riqualificazione energetica o relativamente alla produzione di energia da fonti rinnovabili, comprese opere edili strettamente necessarie alla realizzazione degli interventi ed oneri di sicurezza;

  • Spese relative a opere a carattere strutturale, necessarie per conseguire l’obiettivo di miglioramento/adeguamento sismico, ivi inclusi oneri di sicurezza e opere edili strettamente connesse agli interventi strutturali oggetto di finanziamento;

  • Spese per progettazione, direzione lavori, collaudo e certificazione degli impianti;

  • Spese generali. 


Gli investimenti potranno essere avviati dalla data di presentazione della richiesta di contributo e dovranno essere conclusi entro il 31 dicembre 2024.


Investimento minimo almeno € 50.000,00.


I contributi non sono cumulabili, per i medesimi titoli di spesa, con altri provvedimenti che si qualificano come aiuti di stato o che sono concessi a titolo di un regolamento "de minimis", ad accezione dei contributi del Fondo Centrale di Garanzie (FCG).


Nel caso di più domande presentate dallo stesso soggetto e riferite a unità locali diverse, la somma complessiva dei contributi concedibili sulle domande presentate non potrà comunque superare la soglia massima di contributo.