Prima consulenza gratuita
lun-ven 09.00-13.00 / 14.30-18.00
Home News Partner UMIQ Lavora con noi Accedi

REGIONE LOMBARDIA - Fondo per il sostegno al credito per le imprese cooperative

09/11/2022

Presentazione delle domande dal 15 settembre 2022.


Procedura a Sportello (a click day ovvero in ordine cronologico di arrivo sino a esaurimento fondi) + Valutativa.


LA REGIONE LOMBARDIA METTE A DISPOSIZIONE DELLE SOCIETÀ COOPERATIVE FINANZIAMENTI A TASSO AGEVOLATO FINO AL 70% DELLE SPESE AMMISSIBILI PER SOSTENERE LA CREAZIONE E LA COMPETITIVITÀ DELLE IMPRESE.


Il Fondo è finalizzato a sostenere la creazione e la competitività delle imprese cooperative lombarde, ivi comprese le Cooperative Sociali e i loro consorzi, con particolare attenzione alle iniziative intraprese da lavoratori provenienti da imprese sottoposte a procedure fallimentari, ovvero in condizione di “svantaggio lavorativo”.


Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:



  • acquisto di beni strumentali nuovi o usati finalizzati all'avvio, all'ammodernamento e/o potenziamento del ciclo produttivo;

  • acquisto, oppure rinnovo, di licenze di software destinati alla produzione ovvero alla gestione del ciclo produttivo; 

  • acquisto di immobili destinati all'attività primaria e/o prevalente; 

  • ristrutturazione e/o adeguamento di immobili destinati all'attività primaria e/o prevalente; 

  • spese per l’affitto dei locali destinati a sede dell’iniziativa; 

  • servizi di consulenza o servizi equivalenti; 

  • spese di commissione per garanzie; 

  • spese generali (a carattere forfettario).


L’importo del finanziamento richiedibile non può superare:



  •  € 350.000,00;

  •  € 210.000,00 per le cooperative costituite da non più di 12 mesi ed i Circoli Cooperativi.


Investimento minimo pari a:



  • € 20.000,00 per le Cooperative costituite da non più di 12 mesi;

  • € 15.000,00 per i Circoli Cooperativi;

  • € 25.000,00 per tutti gli altri Soggetti Richiedenti.


La durata del finanziamento è compresa tra i 3 e i 5 anni, di cui fino ad un massimo di 2 anni di preammortamento.